Dichiarazioni INPS

Dichiarazioni inps

Il RED è una dichiarazione reddituale che l’INPS richiede annualmente ai pensionati titolari di prestazioni collegate al reddito, ad esempio:
integrazione al minimo, pensioni di reversibilità, assegni al nucleo familiare, maggiorazione sociale. Attraverso il RED l’ente previdenziale verifica la sussistenza dei requisiti reddituali da parte del pensionato per continuare ad avere diritto alla prestazione.
L’INPS chiede queste informazioni attraverso una matricola con la quale identifica anche i redditi che, se posseduti dal titolare della prestazione e/o da alcuni componenti del nucleo familiare, rilevano ai fini della determinazione della prestazione stessa.

NON DEVE PRESENTARE IL RED
Chi per obbligo o per facoltà, presenta il 730 o REDDITI PF e non possiede redditi, che seppur esenti o esclusi dalla dichiarazione, sono rilevanti ai fini della prestazione.

DEVE PRESENTARE IL RED
Chi per obbligo o per facoltà presenta il 730 o il modello REDDITI PF e possiede altri redditi, in taluni casi anche esenti o esclusi dalla dichiarazione dei redditi chi, pur avendo presentato la dichiarazione dei redditi, è titolare di pensioni estere o di reddito da lavoro autonomo;
chi è comunque esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi ed effettivamente non la presenta. I titolari di pensione residenti all’estero, interessati dalla rilevazione dei redditi, riceveranno dall’INPS una comunicazione postale (RED EST) che deve essere restituita all’Istituto pensionistico esclusivamente tramite il Patronato INCA CGIL o per il tramite dell’Autorità Consolare Italiana.
I titolari di pensione residenti in Italia non riceveranno alcuna comunicazione postale, pertanto dovranno recarsi al CAAF convenzionato per la compilazione del modello RED o potranno provvedere autonomamente a presentare la dichiarazione tramite il sito INPS. Riceveranno invece una lettera di Sollecito coloro che nell’anno precedente non hanno reso la dichiarazione reddituale all’INPS. Attenzione, perché coloro che non presenteranno il modello RED potranno incorrere nell’eventuale sospensione o revoca delle prestazioni percepite.

SCADENZA PRESENTAZIONE MODELLO RED
La campagna RED è terminata l’8 giugno 2020.

Ogni anno l’INPS richiede ai titolari di prestazioni economiche di invalidità civile l’attestazione della permanenza o meno dei requisiti amministrativi previsti dalla legge per il loro riconoscimento, tramite presentazione di apposita autocertificazione.
Esistono tre autocertificazioni (Modelli ACCAS/PS, ICRIC e ICLAV) rivolte a contribuenti con invalidità parziale e totale.
Modello ACCAS/PS (Accertamento requisiti per Assegno o Pensione Sociale): dichiarazione di residenza effettiva in Italia ed eventuali ricoveri gratuiti.  Il Modello ACCAS/PS riguarda i titolari di pensione sociale, che devono dichiarare la loro dimora in Italia o all’estero, anche per brevi periodi,  ed i titolari di assegno sociale, che dovranno segnalare anche l’eventuale stato di ricovero in una struttura pubblica o privata,  quindi con retta a parziale o totale carico di enti pubblici.
Modello ICRIC (Invalidità Civile Ricoveri) per i titolari di indennità di accompagnamento, relativamente al solo sollecito 2018,
tenuto conto che a partire dal 2019 i dati relativi ai ricoveri sono forniti dal Ministero della Salute; per i titolari di indennità di frequenza, relativamente al solo sollecito 2018, tenuto conto che i dati relativi alla frequenza scolastica sono forniti dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.
Modello ICLAV per i titolari di invalidità civile di lavoro, relativamente al solo sollecito 2018, tenuto conto che i dati relativi allo svolgimento di attività lavorativa sono forniti direttamente all’Agenzia delle Entrate.
SCADENZA PRESENTAZIONE MODELLO DICHIARAZIONE DI RESPONSABILITA’
La campagna Dichiarazioni di Responsabilità è terminata l’8 giugno 2020.

RICHIEDI INFO